Quanto la nostra “strada” è già scritta e quanto conta l’allenamento?

Motivazione e talento


Quanto la nostra “strada” è già scritta e quanto conta l’allenamento?

Il 5 giugno è alle porte. La prossima audio story, condotta da Claudio Allievi, ci farà rivivere una storia lunga più di 50 anni, quella della filosofia e della motivazione. Come spesso accade, il nostro trainer ci ha lasciato qualche riga come introduzione al tema, vi invitiamo a leggerla!

Motivare o non motivare, questo è il dilemma...

Il tema della motivazione è senza dubbio tra i più dibattuti nel campo della formazione personale e professionale. Molto è stato scritto da quando Abraham Maslow, nel 1970, pubblicò il risultato dei suoi studi in “Motivation and personality" (New York, Harper), producendo una delle più longeve, significative ma anche abusate teorie sulla motivazione delle persone, la famosa piramide dei bisogni di Maslow. Molta acqua è passata sotto i ponti da allora: da Maslow si è passati alle ipotesi di Alderfer e di Herzberg, spostandosi poi sulle teorie della Speranza e dell’Aspettativa-Valenza, sugli studi di Locke sulle correlazioni tra obiettivi e prestazioni, per approdare infine alla teoria dei talenti.

Un viaggio molto lungo e non sempre lineare, pieno di dubbi e qualche certezza.
Oggi perlomeno una cosa la sappiamo: motivare le persone, in senso stretto, è semplicemente impossibile!

Quasi 50 anni di studi e correlazioni scientifiche dimostrano che la motivazione è un processo prevalentemente “interno” alle persone. Ciò significa che è possibile motivarsi, in poche parole, solamente facendo ciò che si è. Si, avete capito bene: solo facendo ciò che si è, cioè ciò che è coerente con la nostra struttura di personalità, il nostro “motore” funziona a pieni giri. E ciò che si è, non necessariamente coincide con ciò che si sa o che si sa fare.

Una semplice, ma importantissima regola, una banale, ma determinante istruzione: per essere motivati o riuscire a (auto)motivarsi, è fondamentale conoscersi a fondo, comprendere i propri bisogni, le proprie aspirazioni, i propri obiettivi.

Cercheremo di capire insieme come sia possibile farlo al meglio.

A presto, 
Claudio

0 commenti

A scuola d'imprenditoria femminile con Linda Serra

Ci sono tante storie e cause per cui vale la pena sacrificarsi, ma la maggior parte di queste non sono ancora state scritte. Michelle Obama

storie

Motivazione e speranza. Le due migliore amiche dell’uomo.

Parliamo spesso del cibo e ci dimentichiamo del perchè è così importante: mantenersi in salute, sopravvivere e permettere la sopravvivenza della specie. Succede lo stesso con la motivazione.

benessere